about

Opificio nasce in una scuola. Forse non in una scuola qualunque ma una scuola, l’Istituto di Stato per la Cinematografia e la Televisione Roberto Rossellini. Iniziò con un laboratorio sulla creatività che chiamammo Officina e che ancora è attivo. Ci rendemmo conto subito che era possibile produrre comunicazione al di fuori dei circuiti consueti e con risultati che, già allora, potevano misurarsi col mondo delle professioni. La via che prendemmo da subito è stata quella della creazione collettiva, condivisa, del prodotto o dell’evento, perché un mondo complesso come quello attuale pretende processi complessi che mettano in relazione competenze, tecniche e saperi diversi. Ci siamo inventati un metodo, tra il brain-storming e la terapia di gruppo; abbiamo esplorato (e non abbiamo mai smesso di farlo) linguaggi, tecniche, teorie, pratiche produttive, con l’avidità di chi vuole conoscere e capire ma con la barra fissa su due punti: non scostarci mai da una eticità alla quale non siamo disposti a rinunciare e che, a parer nostro, è condizione indispensabile per la creazione dell’opera d’arte contemporanea, e perché ciò sia possibile due sono le vie, studio (veniamo da una scuola) e lavoro (andiamo verso il mondo).

L’obiettivo è l’indipendenza, artistica, filosofica ed economica. Niente capi, una comune del pensiero, una famiglia del lavoro. Ognuno mette quel che sa e tutti contribuiscono con quello che sanno e che pensano, perciò, nessuna resti indietro. Questo modo di lavorare ci ha dato una grande motivazione interna, una sensazione di accoglienza che tutti proviamo e una enorme fiducia nei nostri mezzi nell’affrontare prove anche molto difficili e impegnative. Teatro, digital performance, digital art. La nostra ricerca è appena cominciata, ne vedrete delle belle.

Abbiamo sognato insieme, come gli antichi, sognato in grande e il sogno ci è scoppiato tra le mani. Tra di noi ci diciamo spesso, scherzando ma mica tanto, che il nostro viaggio è karmico tanto siamo andati oltre ogni aspettativa.

Un altro mondo è possibile.